F.A.Q. – Frequently Asked Questions

Vi.abilità > Ufficio Concessioni e Autorizzazioni > F.A.Q. – Frequently Asked Questions

Le presenti F.A.Q., domande frequenti e risposte, vengono costantemente aggiornate; pertanto si invita l’utenza a prenderne visione per consultarne le revisioni e le eventuali novità.

Quesiti generali sui provvedimenti, ricevimento pubblico, presentazione di istanze

1 - Come è possibile sapere se una strada è di competenza della Provincia di Vicenza per presentare un’istanza?

Sul sito della Società è pubblicata la cartografia  con indicazione di tutte le strade della rete provinciale in gestione (https://www.vi-abilita.it/rete-stradale/).

2 - Come posso fare per ricevere informazioni sulla presentazione di una istanza?

Nella sezione https://www.vi-abilita.it/modulistica/ del sito di Vi.abilità SRL è scaricabile la modulistica completa necessaria per presentare un’istanza per ogni tipo di intervento da richiedere all’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni. All’interno di ogni modulo, che dovrà essere debitamente compilato in ogni sua parte, è anche allegato l’elenco della documentazione da allegare alla domanda.

3 - Quando viene ricevuto il pubblico? E' necessario prendere un appuntamento?

Il pubblico viene ricevuto dall’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni esclusivamente su appuntamento con i seguenti orari:

  • il mercoledì dalle 9.00 alle 12.00 e dalle 14.30 alle 16.00.

Le prenotazioni degli appuntamenti si ricevono telefonicamente al numero: 0444-385711.

Prima di richiedere un appuntamento, si invita il pubblico a consultare in via primaria le presenti F.A.Q., all’interno delle quali è possibile trovare risposte a quesiti di carattere generale. Le F.A.Q. vengono costantemente aggiornate.

In subordine è possibile scrivere preferibilmente una mail all’indirizzo:

concessioni@vi-abilita.it

Le telefonate possono essere ricevute per informazioni generiche dal lunedì al giovedì dalle 9.30 alle 12.00.

Gli orari sono visibili sul sito della Società alla sezione ‘Orari’.

4 - Che informazioni si possono chiedere al tecnico che riceve il pubblico?

Al tecnico che riceve il pubblico si possono chiedere indicazioni generiche sulle istanze da presentare e sui riferimenti normativi da osservare, nonchè delucidazioni su eventuali richieste di integrazioni o altri adempimenti richiesti dall’Ufficio in seguito alla presentazione di un’istanza.

5 - Che informazioni non si possono ricevere dall’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni?

Non è possibile ricevere informazioni che siano in violazione della normativa sulla privacy e non possono essere richieste soluzioni progettuali. Se si necessitasse di un parere preventivo è possibile fare richiesta utilizzando apposita modulistica (vedasi il sito: https://www.vi-abilita.it/modulistica/).

 

6 - Devo presentare una domanda di Autorizzazione/Concessione/Nulla Osta a Vi.abilità SRL dove si trovano i moduli?

Vd. risposta alla domanda n. 2 di questa sezione.

Per le richieste di Nulla Osta (interventi ricadenti dentro al Centro Abitato) la domanda va presentata al Comune di competenza (completa di ogni documento, modulistica e versamento oneri d’istruttoria compresi), il quale poi la inoltrerà a Vi.abilità SRL; il Comune potrà rilasciare il provvedimento di Autorizzazione o Concessione non appena acquisito il parere necessario di Vi.abilità SRL.

7 - Che differenza c’è tra Autorizzazione, Concessione e Nulla Osta?

L’Autorizzazione è un provvedimento che viene rilasciato nel caso di istanze presentate fuori dal Centro Abitato di un Comune attraversato da una strada provinciale. La Concessione viene rilasciata nel solo caso di posa di sotto-servizi – ai sensi dell’art. 25 del D.Lgs. 285/92 del N.C.S. (Nuovo Codice della Strada) – come ad es. linee e relativi attacchi a reti telefoniche, fognarie, del gas, idriche ed elettriche, ma sempre al di fuori del Centro Abitato.

Il Nulla Osta viene rilasciato nei casi in cui l’intervento da autorizzare si trovi all’interno del Centro Abitato di un Comune attraversato da una strada provinciale.

La delimitazione del Centro Abitato viene deliberata dal Comune interessato dall’attraversamento, nel territorio di competenza, della strada provinciale, ai sensi dell’art. 4 del D.Lgs. 285/92 N.C.S. (Nuovo Codice della Strada).

8 - Cosa si deve allegare ad una istanza di Autorizzazione/Concessione/Nulla Osta?

Vd. risposta alla domanda n.2 di questa sezione.

9 - Quanto tempo è necessario per avere la risposta con un provvedimento ad una istanza di Autorizzazione/Concessione/Nulla Osta?

I tempi di risposta per ogni istanza sono stabiliti, in base alla normativa vigente di riferimento, dalla Provincia di Vicenza e sono pubblicati, per ogni tipologia di istanza, nella sezione del sito: https://www.vi-abilita.it/ufficio-concessioni-e-autorizzazioni/.

10 - Ho presentato un’istanza di Autorizzazione/Concessione/Nulla osta ed ho ricevuto un documento da Vi.abilità denominato ‘Avvio del procedimento’: in cosa consiste? Devo rispondere a questo documento?

L’avvio del procedimento è un atto dovuto imposto dalla L. 241/90: con tale atto si comunica che Vi.abilità SRL ha recepito l’istanza presentata e che inizia il procedimento amministrativo e quindi l’iter di lavorazione della stessa. Pertanto nessuna risposta è dovuta alla Società al ricevimento di tale documento e tale documento non costituisce in alcun modo un atto di autorizzazione/concessione/nulla osta.

11 - Quanto dura l’Autorizzazione/Concessione/Nulla Osta?

L’autorizzazione/concessione ha valenza annuale dalla data di emissione, con tacito rinnovo.

Nel caso in cui la Ditta interessata, per motivate esigenze, non dovesse ritenere più necessario realizzare quanto in precedenza autorizzato da Vi.abilita SRL, almeno 6 mesi prima della data di scadenza annuale del provvedimento autorizzativo, dovrà comunicarlo con Pec (Posta elettronica certificata) all’indirizzo: viabilita.concessioni@legalmail.it. Solamente nell’impossibilità di inviare Pec è ammesso l’invio di comunicazioni e documenti tramite raccomandata con r/r indirizzata alla Società.

Vi.abilità SRL e/o Provincia, potranno comunicare alla Ditta intestata, per esigenze viabilistiche, patrimoniali o comunque per comprovati motivi di valenza pubblica, che non sarà più possibile concedere o mantenere in essere quanto realizzato e concesso, revocando l’atto stesso con Pec (Posta elettronica certificata) o, qualora la Ditta sia sprovvista di Pec. con raccomandata con r/r, da inviarsi almeno 3 mesi prima della scadenza.

Per i soli mezzi pubblicitari l’autorizzazione ha durata massima triennale così come previsto dall’art. 23 del NCS e relativi articoli del Regolamento di Attuazione (D.P.R. 495/92). Per i mezzi pubblicitari non esiste tacito rinnovo ed è necessario presentare relativa domanda, per la quale, conseguentemente, verrà rilasciata nuova autorizzazione/nulla osta o eventuale diniego.

Imposte di Bollo, Oneri di Istruttoria e Cauzioni

1 - Cosa sono gli oneri di istruttoria? Qual è il loro importo e come posso effettuarne il pagamento? Quando devono essere pagati?

Gli oneri di istruttoria costituiscono il contributo fisso che il richiedente deve effettuare per l’istanza che presenta all’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni e devono essere pagati contestualmente alla presentazione della stessa; il mancato pagamento comporta la non accettazione della domanda. L’importo degli oneri è stabilito dalla Provincia di Vicenza e consiste in € 65,00 per tutti i provvedimenti ad esclusione delle ordinanze, il cui importo richiesto è di € 13,00.

Il pagamento può essere effettuato con i metodi riportati nella modulistica, rinvenibile nel sito della Società all’indirizzo https://www.vi-abilita.it/modulistica/ con tutte le indicazioni necessarie, tramite bonifico, pagamento on line ‘My Pay’, oppure bonifico su banco-posta o bollettino su c/c postale.
L’attestazione del pagamento degli oneri di istruttoria deve obbligatoriamente essere allegata all’istanza, a pena di non accettazione della stessa.

Sono esclusi dal pagamento degli oneri di istruttoria: le gare ciclistiche e podistiche, i pareri di massima e i pareri per gli abusi edilizi (ex L. 47/85 e successive).

2 - In quali casi si deve pagare l'imposta di bollo?

L’imposta di bollo (pari a € 16,00 cad.) è dovuta solo in caso di domanda di autorizzazione e concessione. Sono necessarie 2 marche da bollo per ogni istanza. Una marca da bollo da € 16,00 è dovuta per la richiesta di provvedimento: l’altra per il documento autorizzativo che verrà rilasciato. Qualora la documentazione pervenga tramite pec, le marche da bollo necessarie dovranno essere assolte virtualmente, così come riportato nell’Allegato E della modulistica di richiesta dell’istanza, rinvenibile sul sito.

(https://www.vi-abilita.it/modulistica/)

3 - Perchè mi viene chiesto un deposito cauzionale da Vi.abilità SRL?

Il deposito cauzionale viene richiesto solo ed esclusivamente a garanzia della corretta esecuzione delle opere previste in progetto ed eventuali prescrizioni aggiuntive dell’atto autorizzativo, così come prevede l’art. 27 del D.Lgs. 285/92 del N.C.S. Tale deposito viene restituito una volta terminate le opere realizzate, previa presentazione di richiesta di svincolo. Successivamente a tale richiesta verrà eseguito un sopralluogo da parte del nostro personale incaricato; in caso di esito positivo del sopralluogo il deposito verrà restituito con la modalità prevista al momento della richiesta di svincolo stesso (nella modulistica), mentre nel caso di parere negativo l’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni comunicherà al diretto interessato i termini entro i quali dovranno essere eseguite le opere mancanti o ripristinati i lavori eseguiti in maniera non conforme. Una volta che la Ditta interessata avrà eseguito le opere in maniera conforme, dovrà trasmettere nuovamente la richiesta di svincolo, allegando la necessaria documentazione fotografica. Tale comunicazione dovrà essere inoltrata preferibilmente tramite pec all’indirizzo vi-abilita.concessioni@legalmail.it .

4 - Come si può ottenere lo svincolo della somma depositata come deposito cauzionale a garanzia della corretta esecuzione dei lavori?

Vd. riposta a domanda n. 3 di questa sezione.

5 - Sono il parente prossimo e/o erede dell’intestatario di un provvedimento che nel frattempo è deceduto; cosa devo fare per ottenere il benestare dei lavori effettuati con svincolo e conseguente rimborso del deposito cauzionale

In questo caso è necessario produrre all’Ufficio la documentazione idonea alla verifica del titolo ad ottenere informazioni e il rimborso delle somme prestate a garanzia da parte de richiedente. Conseguentemente verrà messa in atto la procedura di svincolo.

6 - Sono intestatario di un provvedimento e ho chiuso il conto corrente presso una banca/la banca ha chiuso la filiale presso la quale avevo il conto corrente; pertanto i riferimenti e le coordinate bancarie depositate al momento della presentazione dell’istanza non esistono più; cosa devo fare per ottenere il rimborso del deposito cauzionale depositato a garanzia della corretta esecuzione dei lavori, dopo aver ottenuto il relativo benestare da parte di Vi.abilità SRL?

In questo caso viene richiesto di presentare i dati relativi al nuovo conto corrente, che dovrà essere intestato al richiedente del provvedimento o persona da lui delegata, munita di documento di riconoscimento in corso di validità a concessioni@vi-abilita.it o vi-abilita.concessioni@legalmail.it, indicando gli estremi dell’autorizzazione (fascicolo o protocollo, reperibili dalla pratica stessa).

Inizio/fine dei lavori

1 - Una volta ottenuto il rilascio di Autorizzazione/Concessione/Nulla Osta ai lavori richiesti, se per realizzarli fosse necessario apportare una temporanea modifica alla circolazione stradale (ad es. la chiusura al traffico di una corsia o di parte di essa o di tutta la carreggiata o l’istituzione di un senso unico alternato) è possibile comunque cominciare i lavori?

No, è necessario richiedere il Parere (dentro il centro abitato) o l’Ordinanza (fuori dal centro abitato) almeno 20 giorni prima dell’inizio effettivo e dichiarato dei lavori. Si rammenta che la dichiarazione di inizio lavori è un atto obbligatorio.

2 - E’ obbligatorio comunicare quando iniziano i lavori autorizzati? Quando si deve comunicare l’inizio dei lavori?

La comunicazione di inizio lavori deve essere sempre inviata all’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni prima dell’inizio degli stessi da parte del tecnico incaricato, tramite posta elettronica certificata (pec) all’indirizzo: vi-abilita.concessioni@legalmail.it .

3 - Quanto tempo ho a disposizione per cominciare i lavori dalla data del provvedimento di Vi.abilità SRL?

Nel caso di autorizzazioni e/o concessioni rilasciati da Vi.abilità SRL, i tempi previsti per iniziare i lavori (previa comunicazione obbligatoria – vd risposta a domanda n. 2 di questa sezione), sono di mesi 6; per la conclusione degli stessi sono consentiti 18 mesi, a partire dalla data dell’atto medesimo. E’ comunque possibile presentare richiesta motivata di proroga.

Diverso è il caso dei Nulla Osta, per i quali l’autorizzazione viene rilasciata dal Comune o dal SUAP interessato; i tempi di inizio e fine lavori, in questi casi, saranno determinati dal provvedimento di autorizzazione e/o concessione in capo a questi enti, fermo restando quanto previsto dalla normativa vigente.

4 - Cosa è necessario fare se non si sono iniziati i lavori nei termini stabiliti?

In questo caso è’ sufficiente spedire all’Ufficio tramite pec una comunicazione che attesti e motivi l’impossibilità di aver iniziato i lavori nei tempi previsti, corredata da eventuale richiesta di proroga di inizio dei lavori.

5 - Cosa devo fare se non ho completato i lavori nei termini?

E’ necessario spedire all’Ufficio, tramite pec, una comunicazione che attesti e motivi l’impossibilità di aver completato i lavori nei tempi stabiliti corredata da eventuale richiesta di proroga dei termini.

Informazioni sulle istanze presentate/Accesso agli atti/Privacy

1 - Con quale modalità l’avente diritto può chiedere informazioni sullo stato di un’istanza?

Le informazioni posso essere richieste negli orari di ricevimento del pubblico, vedasi il sito

www.vi-abilita.it/orari/ e la risposta alla domanda n. 3 della sezione: Quesiti generali sui provvedimenti, ricevimento pubblico, presentazione di istanze.

In relazione alle richieste di informazioni telefoniche, per motivi di adempimento alla normativa vigente sulla Privacy, verrà chiesto un numero di protocollo collegato alla pratica o, in assenza di questo, il codice fiscale di chi richiede le informazioni; una volta verificata l’identità del chiamante verranno fornite informazioni di massima in relazione allo stato di lavorazione della pratica.

2 - Chi può chiedere informazioni sullo stato di una istanza?

Si premette che i dati e i documenti detenuti dalla Società Vi.abilità SRL, ulteriori rispetto a quelli per i quali vige l’obbligo di pubblicazione sul sito ai fini della Trasparenza, sono accessibili, ad esclusione di quelli sottoposti al regime di riservatezza e nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti.

Pertanto solamente l’intestatario del provvedimento e/o il destinatario dell’istanza (proprietario, incaricato, rappresentante legale, amministratore o comunque a persona da lui delegata con atto formale, corredato da suo documento identificativo, indicata nel modulo di richiesta del provvedimento come destinatario del provvedimento) possono ottenere informazioni in relazione ad una istanza.

In relazione alle richieste di informazioni telefoniche, per motivi di adempimento alla normativa vigente sulla Privacy, verrà chiesto un numero di protocollo o di fascicolo, collegato alla pratica o, in assenza di questo, il codice fiscale di chi richiede le informazioni; una volta verificata l’identità del chiamante verranno fornite informazioni di massima in relazione allo stato di lavorazione della pratica.

3 - Posso chiedere informazioni e/o prendere visione di atti di cui non sono titolare, presso presso l’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni, e averne copia?

E’ utile premettere che i dati e i documenti detenuti dalla Società Vi.abilità SRL sono accessibili ad esclusione di quelli sottoposti al regime di riservatezza e nel rispetto dei limiti relativi alla tutela di interessi giuridicamente rilevanti. Le informazioni relative alle istanze vengono date all’intestatario del provvedimento e/o al destinatario dell’istanza (proprietario, incaricato, rappresentante legale, amministratore o comunque a persona da lui delegata con atto formale, corredato da suo documento identificativo, indicata nel modulo di richiesta del provvedimento come destinatario del provvedimento).

Esiste la possibilità di chiedere un accesso agli atti con la modulistica presente nel sito https://www.vi-abilita.it/modulistica/; la richiesta verrà elaborata dal Responsabile designato il quale, in virtù della motivazione e del ruolo e il titolo di interesse del richiedente l’accesso, valuterà la legittimità o meno della richiesta con le modalità descritte dal Regolamento di Accesso agli atti in dotazione, in accordo con la normativa vigente.

Di conseguenza verrà valutata anche la legittimazione ad ottenere copia dei documenti, per la quale verrà chiesto, ai sensi del D.Lgs. 33/2013 art.5 c.4, il pagamento dei costi sostenuti per la riproduzione dei documenti a solo titolo di rimborso.

E’ altresì importante tener presente che una richiesta di accesso agli atti con finalità meramente esplorative, volte a scoprire quali documenti la Società detiene, non è ammissibile.

4 - Sono l‘intestatario di un’utenza per la quale l’ente gestore del sotto-servizio ha presentato istanza di allacciamento: posso ottenere informazioni, anche telefoniche, sullo stato della mia pratica?

Le informazioni sullo stato dell’istanza possono essere fornite solamente all’intestatario della stessa o da incaricato, rappresentante legale, amministratore o comunque da persona da lui delegata con atto formale, corredato da suo documento identificativo.

In relazione alle richieste di informazioni telefoniche per i sottoservizi, per motivi di adempimento alla normativa vigente sulla Privacy, verrà chiesto un numero di protocollo o di fascicolo collegato alla pratica, per poter fornire informazioni di massima in relazione allo stato di lavorazione della pratica.

5 - I tecnici incaricati da chi ha presentato un’istanza possono ottenere informazioni sullo suo stato di lavorazione e sui tempi di evasione con emissione del provvedimento?

Le informazioni generali inerenti un’istanza possono essere fornite a chi presenta l’istanza in qualità di proprietario, incaricato, rappresentante legale, amministratore o comunque a persona da lui delegata con atto formale, che sia indicata nel modulo di richiesta del provvedimento come destinatario del provvedimento. Di questa figura deve essere prodotto documento di riconoscimento in corso di validità in allegato alla domanda.

In relazione alle richieste di informazioni telefoniche, per motivi di adempimento alla normativa vigente sulla Privacy, verrà chiesto un numero di protocollo o di fascicolo, collegato alla pratica o, in assenza di questo, il codice fiscale di chi richiede le informazioni; una volta verificata l’identità del chiamante verranno fornite informazioni di massima in relazione allo stato di lavorazione della pratica.

6 - L’impresa che esegue i lavori per mio conto può avere informazioni inerenti l’iter della mia istanza?

L’impresa che esegue i lavori, per poter ottenere informazioni sulla pratica deve essere designato dal titolare dell’istanza alla presentazione della stessa. Le modalità sono spiegate nella risposta alla domanda n. 5 di questa sezione.

7 - E’ possibile sapere se i lavori che sono in corso in fregio alla strada o sulla strada medesima o l’accesso carraio vicino alla mia proprietà sono stati autorizzati?

Vd. risposta alla domanda n. 5 di questa sezione.

8 - Si può ottenere l’informazione per sapere se un’insegna di esercizio o un cartello pubblicitario installati sono stati autorizzati?

Vd. risposta alla domanda n. 2 e 3 di questa sezione.

9 - Perchè ho dovuto pagare i documenti in copia ottenuti dall’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni?

La normativa vigente (D.Lgs. 33/2013 art. 5 c.4) prevede il pagamento dei costi sostenuti per la riproduzione dei documenti a solo titolo di rimborso.

Ordinanze e Pareri

1 - Che differenza c’è tra Ordinanza e Parere?

L’Ordinanza viene rilasciata quando l’intervento da eseguirsi trovasi Fuori dal Centro Abitato.

Quando l’intervento richiesto ricade all’interno del Centro Abitato, i Pareri vengono rilasciati da Vi.abilità SRL al Comune competente; sarà questo a rilasciare l’Ordinanza.

In caso di manifestazioni in genere (compreso gare e competizioni sportive) su Strada Provinciale, l’Ordinanza viene emessa dalla Prefettura a cui dovrà essere presentata anche la domanda, previa acquisizione, da parte della stessa, del Parere di Vi.abilità SRL.

2 - Nel caso sia necessario modificare la circolazione stradale per poter eseguire dei lavori autorizzati su Strada Provinciale, cosa si deve fare?

E’ necessario presentare istanza per la modifica della circolazione utilizzando la modulistica reperibile dal sito https://www.vi-abilita.it/modulistica/, compilata debitamente e corredata dalla completa documentazione richiesta almeno 20 gg prima dell’inizio effettivo e dichiarato dei lavori che si intendono realizzare.

3 - Con quanto anticipo devo presentare la richiesta di ordinanza rispetto alla data di inizio lavori o dell’avvenimento per il quale devo richiedere una modifica alla circolazione stradale temporanea?

La richiesta deve pervenire all’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni almeno 20 giorni prima dell’inizio effettivo e dichiarato dei lavori. Diversamente non si garantisce che il Parere o l’Ordinanza vengano rilasciati nei tempi in cui si intende cominciare i lavori. Si rammenta che la dichiarazione di inizio lavori è un atto obbligatorio e l’evento da svolgersi o i lavori collegati alla richiesta devono essere preventivamente autorizzati.

Pubblicità

1 - Canone pubblicitario: cos’è e come posso calcolarlo indicativamente? Come devo pagarlo?

Il canone pubblicitario è stabilito dalla vigente normativa e il suo ammontare è stabilito dal Regolamento pubblicato alla pagina del sito: www.vi-abilita.it/modulistica/disciplinari/disciplinare-prova-copy-copy/

Alla stessa pagina si possono consultare tutte le informazioni relative alla Pubblicità lungo le Strade Provinciali o comunque visibile da esse.

Il pagamento del canone, il cui ammontare viene comunque calcolato dall’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni e le relative modalità per eseguirlo, verranno di volta in volta comunicate al diretto interessato tramite specifica richiesta da parte dell’Ufficio medesimo. Il canone dovuto a Provincia per la pubblicità non è da confondersi con la tassa comunale sulle affissioni.

2 - Quanto dura l’Autorizzazione/Nulla Osta per i mezzi pubblicitari?

Per i soli mezzi pubblicitari il provvedimento ha durata massima triennale così come previsto dall’art. 23 del NCS e relativi articoli del Regolamento di Attuazione (D.P.R. 495/92).

3 - Esiste il tacito rinnovo per i provvedimenti riguardanti la Pubblicità?

Per i mezzi pubblicitari non esiste tacito rinnovo ed è necessario, prima della scadenza del provvedimento, presentare relativa domanda, per la quale, conseguentemente, verrà rilasciata nuova autorizzazione/nulla osta o eventuale diniego.

4 - Devo presentare una domanda di Nulla Osta o Autorizzazione per la Pubblicità lungo una Strada Provinciale (o visibile da essa); come posso presentare la domanda e dove trovo la modulistica?

Per le richieste di Nulla Osta (interventi ricadenti dentro al Centro Abitato) la domanda va presentata al Comune di competenza (completa di ogni documento, modulistica e versamento oneri d’istruttoria compresi), il quale poi la inoltrerà a Vi.abilità SRL; il Comune potrà rilasciare il provvedimento di Autorizzazione non appena acquisito il parere necessario di Vi.abilità SRL.

Nella sezione https://www.vi-abilita.it/modulistica/ del sito di Vi.abilità SRL è scaricabile la modulistica completa necessaria per presentare un’istanza per l’Autorizzazione (fuori dal Centro Abitato) da richiedere all’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni di Vi.abilità SRL.  All’interno di ogni modulo, che dovrà essere debitamente compilato in ogni sua parte, è anche allegato l’elenco della documentazione da allegare alla domanda.

 

Competizioni e Manifestazioni Sportive

1 - Devo organizzare un avvenimento sportivo (ad es una gara o una marcia) cosa devo fare e con quanto anticipo rispetto a tale evento?

Per tale finalità è necessario presentare all’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni tutta la documentazione prevista nella modulistica, (https://www.vi-abilita.it/modulistica/), nonché quella delle federazioni specifiche, allegando tutta la documentazione necessaria all’istruttoria dell’istanza, con particolare attenzione alla mappa del percorso, che deve essere dettagliata; dovranno essere indicati l’orario di inizio e fine della manifestazione ed ogni altra informazione utile e determinante per il rilascio del provvedimento. La richiesta va presentata all’Ufficio Concessioni e Autorizzazioni almeno 30 giorni prima dell’evento.

2 - La manifestazione sportiva per la quale ho richiesto autorizzazione è stata rimandata ad altra data: cosa devo fare?

Se l’atto autorizzativo è già stato rilasciato occorre presentare necessariamente una nuova istanza; diversamente la nuova data deve essere comunicata tramite pec all’indirizzo vi-abilita.concessioni@legalmail.it, entro 30 giorni. Nel caso in cui tale modifica non dovesse pervenire nei termini in precedenza indicato, non verrà garantito il rilascio del provvedimento con le nuove date.

Nel caso in cui subentri anche la variazione del percorso di gara, si dovrà necessariamente ed in ogni caso presentare la documentazione necessaria alla nuova istruttoria, almeno 30 giorni prima della data dell’evento.

Accessi

1 - Qual è il cartello di accesso carraio che devo utilizzare una volta ottenuta l'Autorizzazione da Provincia/Vi.abilità SRL?

Il cartello di accesso carraio per le Autorizzazioni (accessi ricadenti fuori dai Centri Abitati) è quello di seguito indicato :

CARTELLO PER ACCESSO – PASSO CARRAIO

Si fa presente che questo cartello deve essere utilizzato solamente per le Autorizzazioni rilasciate da Provincia/Vi.abilità SRL, mentre per le Autorizzazioni rilasciate dai Comuni (accessi ricadenti dentro i Centri Abitati per i quali Provincia/Vi.abilità SRL ha rilasciato i relativi Nulla Osta) i cartelli devono riportare la dicitura e gli estremi del provvedimento rilasciato dal Comune interessato.

Il cartello non viene fornito da Vi.abilità SRL.